Lupo Editore

( ... oggetti )
Strumenti
Domenica, 20 Ago 2017


  • Rif.: VAR78
  • ISBN 978-88-6667-124-4
  • pagine: 208
  • Dimensioni: 13 X 21 cm
  • Genere: Romanzo
  • Data pubblicazione: 28 Novembre 2013
ORDO AB CHAO

2001. Matteo, designer di origine siciliana, vive a cavallo tra la Milano ‘da bere’ e la Milano ‘da fumare’ abbandonandosi volentieri a incontri più o meno occasionali nonostante il rapporto con Vale, fidanzata storica con la quale ha sperimentato la
convivenza prima di un significativo scollamento che ha portato la ragazza in Spagna per la specializzazione. La sua vita disordinata e amorale nel mondo artificiale del Design, con tutti i suoi satelliti di plastica, lo mischia ad una variegata gamma di personaggi altrettanto corrotti, dai radical chic ai malavitosi. Il lavoro presso lo studio diretto da Walter non lo entusiasma (anche per l’antipatia del collega Carlo) e la noia lo induce a sperimentarsi nella scrittura di sceneggiature che – pure rivelandosi redditizia – resta attività di margine per la necessità di uno stipendio fisso, ma rappresenta una importante valvola di sfogo alla sua creatività.
In un giorno di violento nubifragio Matteo ha un appuntamento: deve consegnare un progetto, un intervento dal budget a sei zeri.
I clienti lo accolgono con freddezza, sia per il ritardo imbarazzante, sia perché sono russi. In un primo momento tutto fila liscio, poi qualcosa non quadra e si scatena l’inferno…
Un thriller metafisico, odissea surreale dell’uomo contemporaneo in lotta con la propria coscienza e prigioniero di una realtà che lo ha reso un involucro senz’anima.


Condividi:
Prezzo: €15.00

Informazioni Autore/i



Nato a Lecce nel 1963. Dopo la maturità classica si trasferisce a Firenze dove frequenta la facoltà di Architettura.
Si laurea nel 1990, quindi si trasferisce in Texas. Nel 1993 consegue il master in (...)
Leggi tutto: (Giovanni GUACCI)


Comments

0 Guest 2014-01-10 23:11 #1
Ordo ab Chao, un libro i cui piani si confondono, il senso costruito viene continuamente reinventato, riproposto, restituendoci l'idea di una realtà in continuo movimento, sfuggente, dove nulla è concesso al caso ma tutto avviene per caso. Un disordine voluto, pensato che sottende al grande ordine che ci governa : la dialettica tra vita e morte. Un libro che chiama il lettore ad ampliare il proprio campo visivo, le proprie prospettive, a deassolutizzare il proprio pensiero come possibilità di attraversamento di ulteriori mondi possibili. Nulla è dato , tutto è in continua trans-formazion e . La trama ci parla di questo movimento, i ritmi irregolari e incalzanti non lasciano spazio al vuoto e alla noia. Un libro pieno di ciò che Lacan chiama "significanza". Si può vedere in ogni momento come il senso sia sospeso senza essere per questo mai, un non senso
Quote

Aggiungi commento


Codice di sicurezza Aggiorna