Lupo Editore

( ... oggetti )
Strumenti
Martedì, 30 Mag 2017


  • Rif.: VAR62
  • ISBN 978-88-6667-090-2
  • pagine: 120
  • Dimensioni: 21 X 13 cm
  • Genere: Romanzo
  • Data pubblicazione: 23 Maggio 2013
HOTEL, CAMERE DI RIFLESSIONE

Un uomo si ferma davanti alla porta automatica, posa i bagagli per terra nell'attesa che si apra. Poi varca l'ingresso e con lo sguardo cerca di orientarsi per individuare la reception. Individuato il personale di ricevimento, che cordialmente lo attende con un sorriso, attraversa con un passo deciso la hall ed è lì, pronto a prendere possesso della sua camera, del suo spazio di isolamento, del suo angolo di separazione dal mondo e dalla confusione. Consegna il documento. Si prendono la sua identità. Gliela restituiranno alla fine del soggiorno. Ma quell'uomo non ne ha bisogno, perché in quell'hotel lui sta cercando di riappropriarsi proprio di se stesso. Al di là di ogni pezzo di carta che lo attesti o meno. Prende quindi la sua chiave, si chiude la porta alle spalle ed è nella sua camera. Si ferma eppure è proprio in quel momento che il suo viaggio è iniziato.
Benvenuto in Hotel, una pausa rigenerante nel viaggio burrascoso della vita, una possibilità ricettiva che fornisce alloggi a identità soffocate da un sistema contemporaneo esterno che non lascia fiato. Hotel è la metafora dell'esistenza umana. Hotel è un viaggio dentro se stessi, alla ricerca di un recesso in cui possa albergare lo spirito umano che ha bisogno di ritrovare la sua essenza.
Mino Pica ci porta in giro per il suo ostello e ci invita ad aprire le porte delle camere della sua anima. Ogni angolo della costruzione è uno spazio nuovo, una storia nuova, una riflessione. L'autore raccoglie il suo zibaldone di pensieri e li affida al viaggiatore, al portiere di notte, al cameriere del bar, alla guardarobiera e all'inserviente. Spaziando in tematiche differenti e disparate (il silenzio, la noia, la solitudine e la moltitudine, gli affanni, le illusioni, i doveri imposti dalla società, il tempo, le attese, le speranze, l'incalzare degli anni), Mino Pica si dimostra abile locandiere e cortese ospite che dona tutto se stesso a quanti hanno voglia di ascoltare la sua storia. Con una prosa spesso liricheggiante egli usa la parola per prospettare ai suoi clienti orizzonti di senso. Orizzonti che parlano dell'oggi, di ciò che siamo, di ciò che stiamo diventando, di ciò che saremo.
Hotel diventa così un nome con una muta davanti, dove l'io, però, non può restare a lungo senza parole.
Vi auguriamo un piacevole soggiorno.


ASSAGGIO   
PRESS   
Condividi:
Prezzo: €12.00

Informazioni Autore/i



Nato a Brindisi, è giornalista pubblicista e laureato in scienze della comunicazione.
Attualmente lavora, collabora, sostiene la musica, la purezza di luoghi, sapori e persone, il silenzio, la contami (...)
Leggi tutto: (Mino PICA)


Mino Pica
Cucina interiore
Cucina interiore

€13.00

Comments

0 Francesco Iodice 2014-02-12 09:04 #1
Hotel è un libro molto particolare, l'autore parla con noi, ci chiede come stiamo, come procede il nostro viaggio quotidiano, e ci porta per mano fino alla fine: sembra quasi che siamo noi a scriverlo.
Il protagonista ci ricorda uno dei personaggi di Simenon, sempre incuranti della pioggia.
Le pagine di Hotel, chissà perché, le immaginiamo come canzoni rock. Forse perché all'inizio di ogni capitolo l'autore ci dà dei consigli di ascolto, o perché lo stile è tagliente come i testi di Kurt Cobain...

Bella scoperta Mino Pica!
Quote

Aggiungi commento


Codice di sicurezza Aggiorna